Tirocinio

Esperienze pratiche di Counselling

Il programma del tirocinio ha lo scopo di ampliare la prima parte del percorso formativo attraverso esperienze pratiche di Counselling nei diversi ambiti d’intervento per affinare le competenze relazionali e metodologiche atte ad offrire una gamma di esperienze il più ampia possibile. L’attività di Tirocinio può avere inizio fin dal terzo anno del percorso formativo.

Obiettivi

  • Ascolto attivo: Contatto, Empatia, co-costruzione del progetto, accorgersi, capire, immaginare, sentire, restituire.
  • Responsabilizzazione: il counsellor “aiuta il cliente ad aiutarsi”, cioè a tenere le fila durante tutto il processo di quello che sente, vuole, sceglie.
  • Esperienza: capacità di guidare il cliente alla dialettizzazione del problema, all’espressione del vissuto emozionale, alla consapevolezza dello stato presente, a vedere le proprie intenzioni, a costruire la prospettiva verso cui vuole dirigersi.

Programma e Struttura

Il Tirocinio si struttura in 500 ore in parte autogestite e in parte da concordare con la Direzione. Il tirocinante è tenuto a annotare le attività svolte nel libretto di tirocinio e presentarlo a fine percorso assieme alla tesi. Le tipologie delle esperienze includono ambiti differenti:

  • Pratica di counselling: colloqui individuali o di coppia o di gruppo (100 ore circa)
  • Esperienze varie sul territorio: a) gruppi di auto-aiuto; b) ascolto empatico in strutture (ospedali, case di cura, centri diurni); c) esperienze alternative (100 ore circa)
  • Esperienze formative supplementari co-docenze, convegni e conferenze (100 ore circa)
  • Tesi e letture della bibliografia (100 ore circa)
  • Supervisione individuale o di gruppo (50 ore),  in cui il tirocinante porta le problematiche inerenti alla propria esperienza del lavoro di Counselling
  • Counselling personale, individuale o di gruppo (50 ore)

 

Scarica il libretto di tirocinio